Finanziamenti Agevolati per 500 Impianti Sportivi di Base - FAI Italia - Finanza Agevolata Italia

Finanza Agevolata - Progettazione - Bandi e Startup
Vai ai contenuti
Agevolazioni per 500 Impianti Sportivi di Base
Scadenza:  31 luglio 2015

Il Credito Sportivo (ICS) mette a disposizione un plafond di 75 milioni di euro su tutto il territorio nazionale per la realizzazione o ristrutturazione per nr. 500 impianti sportivi di base.

Gli enti locali (Comuni e Province) e le loro forme associative e le ASD, SSD, Parrocchie ed Enti religiosi, ONLUS, Federazioni sportive, Discipline sportive associate, Enti di promozione sportiva che abbiano la proprietà o disponibilità degli impianti potranno presentare domande per progetti non superiori a 1 milione di euro.

E’ previsto un finanziamento a tasso ZERO150 mila euro. Per finanziare la parte di progetto eccedente la quota di 150 mila euro coperta dal mutuo a tasso zero si potrà ottenere un mutuo con un contributo negli interessi dell'1,20% per gli Enti Locali e dell’1,50% per gli altri soggetti beneficiari.

Gli interventi sono rivolti a ridurre i consumi energetici o l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili mediante la realizzazione di impianti per la produzione di energia quali ad es.:

impianti fotovoltaici; sono compresi interventi di coibentazione ed isolamento termico, di sostituzione di serramenti e infissi, di riduzione delle dispersioni termiche o di realizzazione di impianti d’illuminazione a LED. Ad abbattere le barriere architettoniche, all’adeguamento e messa a norma e bonifica dell’amianto. Interventi per ristrutturare, ammodernare, ampliare, completare, attrezzare, riconvertire, mettere a norma e in sicurezza, compresi gli interventi di bonifica dell’amianto, gli impianti sportivi di base esistenti o per realizzarne di nuovi. Interventi di acquisto o realizzazione di nuovi impianti sportivi di base.

Scheda sintetica

Roma, 7 maggio 2015: Iniziativa nata dalla collaborazione tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri e l’Istituto per il Credito Sportivo (ICS) per la realizzazione o ristrutturazione per nr. 500 impianti sportivi di base. E’ previsto un finanziamenti a tasso “ZERO” fino a 150 mila euro. Per finanziare la parte di progetto eccedente la quota di 150 mila euro coperta dal mutuo a tasso zero si potrà ottenere un mutuo con un contributo negli interessi dell'1,20% per gli Enti Locali e dell’1,50% per gli altri soggetti beneficiari. Il valore massimo di ogni progetto non deve avere un importo complessivo superiore a 1.000.000 di euro.

Bando: Impianti Sportivi di Base - Contributi in Conto interessi su Mutui Agevolati dell’Istituto per il Credito Sportivo
Plafond Mutui: € 75.000.000 per l’Italia di cui 5.407.502 regione LAZIO
Contributo in conto interessi a Tasso “ZERO”: sino a € 150.000,00 da restituire in massimo 10 anni (per i soggetti privati)
Presentazione delle domande: Dalle ore 10,00 dell’ 11 maggio sino alle 17,00 del 15 luglio 2015

Obiettivi
Gli obiettivi primari sono lo sviluppo, su tutto il territorio nazionale, dell’impiantistica sportiva di base ovvero non deve essere omologato o omologabile per un numero di posti PARI o SUPERIORE A 500 AL COPERTO o A 2.000 ALLO SCOPERTO, ne essere adibito ad attività sportive professionistiche. Obiettivo è quello di favorire la pratica sportiva a tutte le età e nelle diverse condizioni di abilità fisica e sensoriale, in condizioni di sicurezza, in strutture idonee, confortevoli e rispettose dell’ambiente, come fondamentale diritto di cittadinanza e strumento di diffusione di valori educativi.

Interventi ammessi al contributo

Gli interventi ammessi al contributo sono:

a) interventi relativi ad impianti sportivi di base esistenti:
1. lavori di efficientamento energetico (totalmente o prevalentemente):
si intendono interventi finalizzati alla riduzione di consumi energetici o all’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili mediante la realizzazione di impianti per la produzione di energia quali ad es. impianti fotovoltaici, mini eolici, collettori solari termici, impianti di cogenerazione etrigenerazione, caldaie a maggiore efficienza, caldaie a condensazione,
impianti radianti a bassa temperatura, pompe di calore ecc. compresi interventi di coibentazione ed isolamento termico, di sostituzione di serramenti e infissi, di riduzione delle dispersioni termiche o di realizzazione di impianti d’illuminazione a LED.

2. abbattimento barriere architettoniche
3. adeguamento e messa a norma e bonifica dell’amianto o altre priorità individuate su base regionale:
si intende la realizzazione di lavori e/o l’acquisto di attrezzature per l’adeguamento alle normative o regolamenti statali, della P.A., del C.O.N.I., di Federazioni Sportive o Discipline sportive associate o per la sicurezza della pratica sportiva o degli incontri agonistici, l’adeguamento per la fruibilità e la funzionalità delle vie di esodo, interventi per la stabilità di strutture fisse o mobili della zona di attività sportiva e degli spettatori, la manutenzione straordinaria, il rifacimento e l’efficientamento degli impianti luce, termoidraulici ed elettrici, l’installazione di segnaletica, dispositivi d’arresto (gas, elettricità, sistema di ventilazione), del quadro generale e del sistema d’allarme, la realizzazione di spazi calmi, di uscite di sicurezza, la dotazione di dispositivi, mezzi ed impianti antincendio (estintori, idranti, naspi, idranti a colonna, estintori a polvere e a CO2), ecc.
4. interventi per ristrutturare, ammodernare, ampliare, completare, attrezzare, riconvertire, mettere a norma e in sicurezza, compresi gli interventi di bonifica dell’amianto, gli impianti sportivi di base esistenti o per realizzarne di nuovi.
b) interventi di acquisto o realizzazione di nuovi impianti sportivi di base

Soggetti Beneficiari
Possono richiedere il contributo:
- gli enti locali (Comuni e Province) e le loro forme associative
- i soggetti privati (ASD, SSD, Parrocchie ed Enti religiosi, ONLUS, Federazioni sportive, Discipline sportive associate, Enti di promozione sportiva che abbiano la proprietà o disponibilità degli impianti
Potranno essere accettate domande che dimostrino la disponibilità del proprietario dell’impianto sportivo (o da destinare a tale attività) o dell’area su cui realizzarlo ad avviare le trattative per l’acquisto o a prolungare la durata della concessione o dell’attuale titolo di disponibilità dell’impianto nei confronti del richiedente il contributo.
I lavori non devono essere iniziati al momento della presentazione della domanda.

Spese ammissibili al netto dell’IVA
Il programma deve concludersi entro 18 mesi dalla data di sottoscrizione del contratto di mutuo le spese ammesse al contributo sono:

• spese tecniche per la realizzazione dell’intervento (spese di progettazione, direzione lavori, ecc.);
• spese dovute ai lavori veri e propri per la realizzazione del progetto (materiali e relativa mano d’opera, ivi compresi i componenti e le strutture già realizzate in fabbrica, impianti tecnologici);
• spese per l’acquisto di attrezzature sportive, purché di stretta pertinenza dell’impianto sportivo (ad esempio le porte dei campi di calcio/calcetto, le reti dei campi da tennis/pallavolo, i canestri dei campi di basket, ecc.);
• l’I.V.A. è finanziabile agli enti locali ed ai soggetti privati per i quali costituisce un costo (es. ASD).

Il contributo
Il contributo a tasso “ZERO” per un massimo concedibile per ciascun progetto è di 150.000,00 Euro è da restituire in un massimo di 10 anni per i soggetti privati e in 15 anni per gli enti locali. Ai privati viene richiesta idonea garanzia.

Le domande
On line:
11 maggio 2015: apertura dello sportello
15 luglio 2015: chiusura dello sportello

Sintesi
Scheda
Decreto
Scarica documentazione

FAI Italia mette a disposizione dei propri clienti un Consulente per l’individuazione del programma di agevolazione più adatto al raggiungimento degli obiettivi aziendali.

Il Consulente affianca l'impresa per la stesura del  piano strategico finalizzato al reperimento di di risorse economiche e finanziarie in ambito pubblico.


Sede legale
Piazza Ledro, 1 - 00199 Roma

Sede Operativa
Viale della Primavera, 67 - 00171 Roma

Telefono
+39 06 90 20 51 71

email
contatti@faiitalia.it

Chiedi informazioni






La tua impresa - organizzazione

 Valle d'Aosta Friuli V. G. Umbria Basilicata
 Piemonte Veneto Lazio Calabria
 Liguria Emilia R. Abruzzo Puglia
 Lombardia Toscana Molise Sicilia
 Trentino A.A. Marche Campania Sardegna





Sintesi
Scheda
Decreto

Finanziamenti - Bandi Europei e Nazionali
Consulenza - Progettazione - Rendicontazione

BANDI NAZIONALI 
ED EUROPEI

PROGETTAZIONE

CONSULENZA
PROGETTAZIONE

BANDI E FONDI

RICERCA
BANDI E VOUCHER

CONSULENZA SCOUTING

INTERNAZIONALIZZAZIONI
FONDI EUROPEI

CONSULENZA

START-UP
RICERCA FONDI

SUPPORTO E SVILUPPO

LAVORO
FORMAZIONE

AVVIAMENTO

VERIFICA, CONSULENZA, ASSISTENZA PER LA REDAZIONE DEI BANDI NAZIONALI ED EUROPEI

SUPPORTIAMO I NOSTRI CLIENTI IN TUTTE LE FASI DI RICERCA SVILUPPO E RENDICONTAZIONE DEI PROGETTI FINANZIATI

Verifica dei bandi di gara e avvisi disponibili per i progetti di interesse. Consulenza per l’individuazione dei programmi di agevolazione di interesse. Assistenza nella redazione ed invio della proposta di progetto.
 

I NOSTRI CONSULENTI OPERANO CON PROFESSIONALITA' E TRASPARENZA 

IL SUCCESSO VENTENNALE DEI PROGETTI CHE ABBIAMO REALIZZATO SONO LA FORZA DEL NOSTRO MODELLO DI BUSINESS

Forniamo servizi di consulenza ed assistenza alle imprese per l´ottenimento di finanziamenti e agevolazioni per il sostegno e lo sviluppo aziendale. 
La ricerca di fondi per ogni impresa è una delle leve per lo sviluppo aziendale. 

Il settore della finanza agevolata è l'opportunità in più che viene data agli imprenditori della UE. 

La nostra struttura, sostenuta e convenzionata con Confimprese Nazionale svolge la propria attività con l'obiettivo di dare un supporto valido, credibile e capace di raggiungere un obiettivo che per molte imprese rappresenta un vero e proprio miraggio. Siamo consapevoli delle difficoltà che presenta il mercato dei fondi nazionali e della Unione Europea per questo le nostre scelte vengono ponderate con attenzione e professionalità.

La riduzione dei rischi e lo sviluppo di un metodo innovativo ci ha dato in questi anni l'opportnità di soddisfare un grande  numero di clienti. 

Trasparenza, tempi certi, metodo, costi contenuti, professionalità, sono alla base del nostro lavoro.
Consulenza per l’individuazione dei programmi di agevolazione di interesse. Verifica dei bandi di gara e avvisi disponibili per i progetti di interesse.
Valutazione preliminare del progetto. Studi di fattibilità e assistenza tecnica. Sviluppo matrice per la penetrazione nel mercato
Ricerca bandi nazionali ed europei.
Assistenza nella gestione dei rapporti con le istituzioni locali ed europee. Assistenza nella gestione e nella rendicontazione dei progetti finanziati.

Pianificazione dello sviluppo aziendale e studio fattibilità per l'accesso a fondi e finanziamento nazionali e dell'Unione Europea.
Rendicontazione contabile del progetto finanziato. Monitoraggio amministrativo e controllo del progetto. Gestione dei rapporti con l'Ente erogante.
Formazione nella stesura dei progetti. Ricerca fondi per start up, start up innovative. Ricerca fondi venture capital
e preparazione domande di contributo.
© FAI Italia 2017-2019 – Tutti i diritti sono riservati – CF: 97788040588 - P.IVA: 12777341004
Torna ai contenuti